Domande frequenti sul marchio Legno Svizzero

Risposte alla domande più importanti sul marchio Legno Svizzero

Desiderate diventare membro affiliato? Allora qui potete trovare il modulo per l’iscrizione. Una volta compilato e rispedito via e-mail o posta, vi contattiamo per concordare la procedura successiva. Se non disponete di un certificato FSC o PEFC valido, è prevista una prima verifica. Dopo lo svolgimento della procedura di ammissione, ricevete un certificato e gli accessi necessari al generatore di logo e al pacchetto iniziale. Se avrete ancora domande, Martina Neumüller-Kast, Responsabile del Marketing Legno Svizzero, sarà lieta di aiutarvi.

Sì, tutte le aziende da cui acquistate legno o prodotti in legno devono avere il marchio Legno Svizzero, così che anche voi possiate usarlo una volta iscritti. L’obiettivo del marchio è infatti rafforzare l’intera filiera del legno e questo è possibile solo se insistiamo su un catena di creazione del valore chiusa.

I marchi ecologici dichiarano che il legno proviene da un’economia forestale controllata e sostenibile, ma non indicano la provenienza della materia prima. I relativi standard sono diversi da Paese a Paese. Il legno prodotto in Svizzera soddisfa tutti i più elevati standard imposti dalla legge: è prodotto nel rispetto dell’ambiente e non viene trasportato su lunghe distanze. Il valore aggiunto ecologico del legno di provenienza svizzera è ben visibile e percepibile: un ulteriore vantaggio del marchio Legno Svizzero!

Acquistando legno di provenienza svizzera si rafforza l’intera filiera del legno locale, poiché la produzione della materia prima legno non è facilmente trasferibile all'estero. Scegliere legno svizzero significa favorire la concorrenzialità dell’intera economia forestale e del legno svizzera, garantendo a lungo termine know-how e posti di lavoro.

Cercate il marchio rotondo e rosso con la croce svizzera intagliata. Il marchio Legno Svizzero garantisce la provenienza svizzera.

Il marchio Legno Svizzero è un marchio registrato e protetto dalla Lignum Holzwirtschaft Schweiz, organizzazione dell’economia del legno della Svizzera. È a disposizione di tutte le aziende della filiera del legno svizzera, dal bosco alle segherie, ai costruttori in legno, alle falegnamerie fino agli intagliatori. Il rispetto delle condizioni viene controllato in base al flusso delle merci nell’azienda e alla documentazione completa delle quantità di legname lavorate. Per ottenere il marchio, l’azienda si iscrive presso gli uffici della Lignum e riceve un numero di registrazione.

Passate all’azione e in qualità di consumatori mostrate il vostro interesse per la provenienza del legno. Dite al falegname, al segantino o al rivenditore di legno che desiderate un prodotto in legno svizzero garantito. Preferibilmente proveniente dalla vostra regione! Avete numerosi buoni motivi per chiederlo, per esempio ecologia, produzione sostenibile, qualità, tutela del clima, posti di lavoro a livello regionale e i metodi di  gestione naturale dei boschi svizzeri decisamente credibili.

Il marchio punta principalmente sul senso di responsabilità dei fornitori, perché ci si conosce tutti e si perseguono gli stessi obiettivi. Lignum verifica l’utilizzo del marchio con controlli a campione. Dall’autunno 2016 vengono inoltre realizzati controlli indipendenti da parte di terzi, in modo che il marchio sia sempre affidabile e trasparente.

Il legno svizzero visto dall’esterno è simile agli altri, ma vanta valori impliciti insuperabili, perché siete assolutamente certi che il prodotto che si trova nelle vostre mani o nella vostra casa non è stato trasportato su lunghe distanze, risparmiando energia ed evitando emissioni nocive. Quando acquistate Legno Svizzero garantito, divenite parte di un circuito economico regionale virtuoso, nel quale operatori esperti hanno lavorato la materia prima in maniera meticolosa. Inoltre, sapete esattamente da dove esso proviene: dai boschi svizzeri, che grazie all’utilizzo controllato e responsabile del legname rimangono durevolmente stabili e funzionali.

Richiedete semplicemente Legno Svizzero! I consumatori hanno più potere di quanto essi credono. Per questo vale la pena passare all'azione. Chi richiede che la provenienza del legno sia certificata o il marchio Legno Svizzero nel negozio specializzato, nei centri di commercio per i materiali dell’edilizia, al servizio clienti di un grande magazzino o direttamente presso un 'artigiano, viene sicuramente ascoltato. Anche un progetto di costruzione da parte di enti pubblici può offrire l’opportunità per richiedere legno svizzero, per esempio esprimendo tale volontà durante un'assemblea comunale: spesso il Comune stesso è proprietario di boschi e, nell’interesse della sostenibilità, dovrebbe privilegiare trasporti brevi e sostenere il commercio a livello regionale. In qualità di cittadini e contribuenti, chiedete che il vostro comune costruisca con il legno svizzero.

Al contrario! Anche la raccolta del legname fa parte della cura del bosco. I proprietari di boschi non utilizzano più legname di quanto ne cresce nei boschi. Essi si prendono anzi cura del bosco affinché resti in salute nel corso delle generazioni e offra alla nostra società spazi ricreativi, protezione da pericoli naturali e acqua potabile pulita. Acquistando legno locale contribuite concretamente a mantenere un bosco stabile e in salute.

Assolutamente. La legge forestale svizzera è una delle più severe al mondo e tutela i nostri boschi in modo esemplare. Per esempio, ogni taglio di legname deve essere preventivamente autorizzato dal Cantone. I tagli rasi, il taglio incontrollato e i disboscamenti non sono permessi.

I danni vengono evitati il più possibile e nel bosco i veicoli forestali non si circolano in lungo e in largo. Le macchine forestali vengono impiegate in modo molto mirato e rispettoso dell’ambiente, seguendo le strade e le piste appositamente predisposte. Inoltre, questi macchinari alleggeriscono il duro e pericoloso lavoro dei professionisti forestali.

Ogni tre secondi nel bosco svizzero cresce un metro cubo di legno. A lungo termine, possiamo continuare a raccogliere legname solo in misura proporzionale a quanto ne ricresce. Comunque oggi siamo ben lontani dallo sfruttare totalmente il potenziale di produzione esistente. Le riserve legnose sono in aumento e anzi, alcuni boschi invecchiano troppo. Ogni anno vengono raccolti circa i due terzi del legno potenzialmente utilizzabile. Il legno è una delle materie prime più naturali prodotte dalla Svizzera: ne abbiamo certamente a sufficienza anche per le prossime generazioni.

Per niente: quasi la metà della flora della fauna presente in Svizzera vive nel bosco. La raccolta del legname apporta dinamica e luce ai boschi e aiuta a promuovere la biodiversità. Nelle riserve forestali naturali si rinuncia completamente alla raccolta del legname: qui possono vivere specie che preferiscono boschi più scuri e densi con una elevata percentuale di legno morto ed estremamente vecchio. Nelle riserve forestali orientate l’utilizzo di legname dipende dagli obiettivi di tutela perseguiti, per esempio vengono tagliati alberi per fornire luce a specie di orchidee rare.

Il bosco offre alla società spazi ricreativi, protezione da pericoli naturali, la materia prima legno, acqua potabile pulita e molti altri servizi. Affinché il bosco possa fornire sempre tutte le funzioni auspicate, sono necessari interventi selvicolturali mirati da parte dell’uomo. Un bosco abbandonato a se stesso diventerebbe troppo vecchio e instabile e il suo effetto protettivo non sarebbe più garantito. Entrare al suo interno diverrebbe difficile e pericoloso.

Ogni bosco ha un proprietario, che deve valutare costi e benefici connessi con l’utilizzo del legname e che decide quando, quanti e quali alberi abbattere, in accordo con il forestale competente. Quest’ultimo garantisce che la superficie dei tagli e la quantità utilizzata rientrino entro i limiti imposti dalla legge.

Dopo la raccolta del legname, rami, fogliame e aghi rimangono all’interno del bosco. Essi contengono infatti sostanze nutritive che si decompongono e vengono così restituite al suolo boschivo. Per molti animali selvatici le cataste di rami sono dei buoni nascondigli, offrono cibo, riparo o materiale per costruire nidi diuccelli.

Poco meno della metà dei boschi svizzeri sono provvisti di un marchio di tipo ecologica e da queste superfici certificate provengono circa i due terzi del legname utilizzato. Comunque, in linea di principio, , tutto il legno di provenienza svizzera è sostenibile, poiché viene prodotto secondo una legge forestale severa ed esemplare a livello internazionale. Per questo il marchio Legno Svizzero è presente sul 100% delle superfici boschive svizzere.

Downloads

Cosa stai cercando?